Collane

Studi Giorgioneschi 2000Studi Giorgioneschi 2000Studi Giorgioneschi 2000Studi Giorgioneschi 2000

Studi Giorgioneschi 2000

AA.VV., Enrico Guidoni

Libro
Brossura filorefe
21 x 29,7 cm - 265gr

48 pagine
Lingua Italiano

44 Illustrazioni
ISBN 88-7621-053-9

€ 14.00
Ottobre, 2001

Questo fascicolo di “Studi giorgioneschi” si compone in tre parti.
La prima è dedicata alla pianta di Jacopo de’ Barbari (Venetie MD). Il saggio  inaugura una nuova fase di studi su un caposaldo del vedutismo e della cartografia rinascimentale che fino ad oggi risulta senza paternità, essendo il de’ Barbari solo l’esecutore in xilografia. L’attribuzione del disegno a Pietro Antonio degli Abati, la collaborazione di Michelangelo, Giorgione e di Giulio Campagnola, potrebbero far discutere, ma sono anche le prime, strettamente motivate, associazioni a prospettici e a pittori di sicura genialità, capaci di realizzare un assoluto capolavoro.
La seconda parte del fascicolo, traendo origine dalla giornata di studio sulla “Pala di Castelfranco” (Venezia, Ateneo Veneto, 15 febbraio 2000), propone un nuovo criterio di datazione dell’opera giorgionesca a partire dall’analisi stilistica dell’armatura del Santo.
La terza parte, incentrata sull’opera “Resurrezione di Cristo” di Paris Bordon, permette di cogliere la “paternità naturale” di Giorgione nei confronti di Paris, i legami rinnovati con Michelangelo e la componente psicologica dell’opera, utile a comprenderne il difficile ed ermetico significato.

Il libro è disponibile