Dettaglio

Archeologia e città

Archeologia e città

Riflessione sulla valorizzazione dei siti archeologici in aree urbane

a cura di Alice Ancona, Alessia Contino, Renato Sebastiani

In offerta - Sconto del 15%

Libro
Brossura filorefe
21 x 27 cm

256 pagine
Lingua italiano

ISBN 978-88-6060-600-6

€ 24.65
Prezzo originale € 29.00

Luglio, 2014

Il volume che presentiamo raccoglie e presenta all'attenzione del lettore e degli studiosi i lavori del
convegno internazionale dal titolo “Archeologia e città: riflessione sulla valorizzazione dei siti
archeologici in aree urbane”, tenuto a Roma nel febbraio 2010, nella sede prestigiosa del Museo
Nazionale Romano, che ha affrontato i temi dell’archeologia nello sviluppo urbanistico moderno e
della convivenza tra passato e presente nelle città a continuità di vita. Il fine principale di questo
incontro è stato quello di mettere a confronto realtà ed esperienze diverse di archeologia urbana e
valorizzazione del patrimonio culturale in ambito europeo.
I due giorni di colloqui hanno permesso di portare a conoscenza di molti studiosi e uditori differenti
modalità di intervento, gestione e valorizzazione dei beni e interazione fra entità territoriali in
diverse realtà di cinque paesi europei, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Italia e Spagna. Nei diversi
capitoli nei quali è strutturato il volume, sono descritte - tra le altre – le esperienze della
Musealizzazione del patrimonio archeologico di Barcellona, il Museo dei Doks Romani a Marsiglia, le
Domus Romane di Palazzo Valentini a Roma, la Domus dei Tappeti di Pietra a Ravenna e diversi
altri casi ancora. L’incontro ha messo in luce la complessità di progettare e gestire ampi progetti di
riqualificazione urbana, che coinvolgono il patrimonio storico-archeologico e in cui intervengono
varie istituzioni pubbliche e private; e ha posto a confronto diverse soluzioni adottate nelle differenti
condizioni dei paesi presenti.
Gli atti del convegno “Archeologia e città”, che con questo volume vengono proposti a tutti i soggetti
interessati, istituzioni di pianificazione e governo del territorio, di ricerca e singoli cittadini, mi
auguro siano solo la prima tappa di un percorso che possa divenire un appuntamento periodico, in
collaborazione con altre istituzioni italiane ed europee, in cui ridiscutere di volta in volta i vari
aspetti del complesso lavoro che è studiare, tutelare e valorizzare il patrimonio culturale dei nostri
Paesi.
Un

Il libro è disponibile