Dettaglio

Il Paesaggio rilevato, trasformato e rappresentato - Quaderni del Museo del Paesaggio di Maenza (LT)Il Paesaggio rilevato, trasformato e rappresentato - Quaderni del Museo del Paesaggio di Maenza (LT)Il Paesaggio rilevato, trasformato e rappresentato - Quaderni del Museo del Paesaggio di Maenza (LT)Il Paesaggio rilevato, trasformato e rappresentato - Quaderni del Museo del Paesaggio di Maenza (LT)Il Paesaggio rilevato, trasformato e rappresentato - Quaderni del Museo del Paesaggio di Maenza (LT)

Il Paesaggio rilevato, trasformato e rappresentato - Quaderni del Museo del Paesaggio di Maenza (LT)

Quaderno n. 1 - Progetti, percorsi, esposizioni

a cura di Francesco Tetro

Settembre 2009

Libro
Brossura filorefe
21x26 cm

71 pagine
Lingua Italiano

116 Illustrazioni
ISBN 9788860602343

€ 14.00
Settembre, 2009

Con la delibera n. 19 del 11/02/08, relativa all'istituzione del Museo del Paesaggio, si esprimeva la volontà di avviare una politica culturale che valorizzasse il centro storico di Maenza e il suo paesaggio naturale e costruito, nel più ampio contesto dei beni culturali della Valle dell'Amaseno, e di realizzare strutture e ospitare eventi che coinvolgessero risorse umane ed intellettuali tali da garantire un riscontro non solo locale.
Le prime attività del Museo riguardano la realizzazione di tre mostre e la stampa del primo numero dei "Quaderni del Museo del Paesaggio", scelto come veicolo d'informazione delle attività svolte annualmente. Le mostre citate che si riferiscono al recupero artistico degli antichi mestieri, come quello della tessitura (nella valle esistevano aziende specializzate), alla cartografia e al rapporto tra uomo e paesaggio attraverso il lavoro, sono state curate in funzione della lettura del paesaggio, della realtà rurale, della documentazione delle sue trasformazioni e delle modalità di rappresentazione artistica. Le tre rassegne hanno comportotato, per donazione, l'acquisizione al patrimonio del museo del Paesaggio dell'arazzo "La Valle dell'Amaseno dalla Loggia dei Mercanti di Maenza" dell'artista Laura Marcucci Cambellotti, di quindici sculture e quarantasei disegni di Giuseppe Pellitteri, e della copia in scala 1:1 (nella cromia originale) di un consistente primo nucleo di carte geografiche storiche, espote in comodato d'uso temporaneo e gratuito, grazie alla generosità dell'arch. Giovanni della Penna.
Francesco Mastracci (Sindaco di Maenza) 

Il libro è disponibile